Con l’arrivo dell’autunno, e poi dell’inverno, sono molti i motivi per cui aumenta l’appetito, e non solo la voglia di cioccolato.

In generale, si tende a mangiare di più certi cibi non tanto perché fa freddo e c’è bisogno di più calorie, ma soprattutto perché alimenti come il cioccolato, per esempio, contengono il triptofano che favorisce la produzione di sostanze, chiamate neurotrasmettitori, che in inverno tendono a calare, ma sono importanti perché modulano il tono dell’umore, regolano il ritmo sonno-veglia e il senso di sazietà.

Il risultato della diminuita produzione di questi neurotrasmettitori, in particolare serotonina, dopamina e endorfine, è una leggera depressione che gli esperti chiamano “disturbo affettivo stagionale”.

Cioccolato, cereali e latte contribuiscono invece a compensare la minor produzione di questi neurotrasmettitori, che favoriscono la sensazione di benessere, rilassamento e serenità. Inoltre, complice anche il maggior tempo trascorso in luoghi chiusi, aumenta la tendenza a ricorrere al cibo compensativo, ovvero al comfort food, anche per ingannare il tempo. Se però le giornate più corte e buie possono essere una delle ragioni dell’aumentata richiesta di mangiare e non solo di alimenti che contengono triptofano, tuttavia è importante tenere in considerazione che il loro consumo eccessivo può far arrivare alla primavera con qualche chilo di troppo, spesso difficile da smaltire. Resistere alla tentazione di mangiare di più, combattendo anche l’aumento di appetito, può essere più facile seguendo qualche consiglio:

1. Praticare attività fisica: camminare, correre, andare in bici aiuta a mantenere attivo il metabolismo e controllare la fame nervosa.

2. Preferire alimenti caldi: minestrone, zuppe, tè e tisane apportano meno calorie di una fetta di torta.

3. Vestirsi con abiti caldi: aiuta a trattenere quel calore che spesso viene richiesto sotto forma di cibo.

4. preferire snack poco calorici: pezzetti di verdura, carote, finocchio, sedano, o di frutta, come la mela, aiutano a ridurre l’appetito apportando poche calorie.

(Salute, Humanitas)