Uno studio dell’American Heart Association che ha seguito migliaia di persone per più di trent’anni indica le regole da non trasgredire per vivere a lungo e in salute, guadagnando in media oltre dieci anni di vita in più

Non fumare
Dire addio alle sigarette è essenziale, anche se da solo non basta: ogni fattore di rischio individuato riduce il rischio di morte prematura, ma il massimo lo si ottiene soltanto seguendo tutte e cinque le raccomandazioni.

Seguire una dieta sana
Qui gli italiani partono avvantaggiati: la dieta mediterranea, che noi dovremmo conoscere perfettamente, è infatti la migliore per tenere alla larga infarti, ictus, tumori e molte altre malattie. Chi ha un’alimentazione sana e vi associa le altre quattro buone abitudini guadagna vita: nelle donne, ben 14 anni in più rispetto a chi mangia male, fuma, beve e non fa attività fisica.

Fare esercizio fisico regolare
La sedentarietà uccide, ormai è chiaro. Fare attività fisica di grado moderato (per esempio una camminata a passo veloce) per almeno 150 minuti a settimana è il minimo sindacale indicato dagli esperti. Muoversi e associare a questo le altre quattro regole di lunga vita negli uomini aumenta la sopravvivenza media di ben 12 anni.

Mantenere il peso forma
Non bisogna essere troppo magri ma neppure grassi: l’indice di massa corporea ideale, che si calcola dividendo il peso in chili per il quadrato dell’altezza in metri, deve essere compreso fra 18 e 25. Essere normopeso e seguire le altre quattro buone abitudini riduce del 74 per cento la mortalità: cala infatti dell’82 per cento il rischio di decesso per cause cardiovascolari, del 65 per cento il probabilità di tumori letali.

Consumare alcol con moderazione
Per le donne la “dose” permessa è pari a 5-15 grammi di alcol al giorno, per gli uomini 5-30 grammi; tradotto, significa un bicchiere di vino per lei e non più di due per lui. Facendo questo si vive più a lungo e, se proprio si vuole ottenere il massimo in termini di aspettativa di vita, l’American Heart Association suggerisce di tenere sempre sotto controllo anche colesterolo, glicemia e pressione: se i valori sono nella norma, si guadagnano altri anni in salute.